Pace, amore, giustizia e verità in me, in voi e nel mondo

Corroboree al femminile – preparazione dei cerchi bora- pace, amore, giustizia e verità in me, in voi e nel mondo!

cerchio terra. La preparazione, la parola, la volontà, non si potrà più sentire  “sono occupata, vado di fretta, non so come si fa”. Si procurano e preparano tutti gli elementi che servono da corredo agli altri cerchi.

cerchio acqua. La purificazione, accoglienza delle entità benefiche, rispetto per noi, per l’altro e per l’Universo.  Ringraziamento per ciò che siamo già e Preghiera come richiesta dei doni che vorremmo avere.

cerchio aria. Abbellire la persona. Ci si veste di un bell’abito bianco cucito da noi e un telo colorato del colore che ci appartiene secondo il colore del nostro coro angelico. Corone di fiori e foglie, ramoscelli, piume, pietruzze, pezzetti di legno per suonare.  Rilassamento del corpo: articolazioni e respirazione. Danza coreografica piena di movimenti significativi, canto, suono.

cerchio fuoco. Arriviamo in questo cerchio al meglio di noi. Questo è il momento del daidirri cioè del silenzio interiore per affrontare l’ultima prova. Il sogno del fuoco ovvero la trasformazione. Ci sediamo in cerchio intorno al fuoco. Lo spazio scelto è particolarmente suggestivo perché delimitato da una recinzione tonda di pali di legno. Pali che andremmo a decorare mentre faremo il primo cerchio. Non dovremmo fare altro che osservare il fuoco, diventare il fuoco stesso che trasformerà e alimenterà la nostra consapevolezza. Questo è il sogno secondo gli aborigeni. Ognuno potrà parlare, raccontare, recitare, cantare, ecc. secondo la sua visione personale. Per gli aborigeni servivano sensibilità e amore, occhi grandi e limpidi, innocenti per poter scrutare le Leggi.

In generale, questo corro boree  oltre ad essere una iniziazione personale ci permetterà, come gruppo, di formare un’egregora positiva che si inserirà in quella già esistente del Fluismo, attraverso la quale noi diciamo all’universo “Ehi! Guarda, noi ci siamo, siamo qui al tuo servizio, ci facciamo vedere da te così come siamo e se tu ci ritiene pronte mettici al tuo servizio!”

Precedente Le guide del Fluismo comunicare e ascoltare in gruppo Successivo Poesia: questa è la mia fede, fede di poeta